VIAGGI
Gaiole in Chianti e le strade bianche dell’Eroica
08/09/2022
Tra magnifici paesaggi, antichi castelli e corse d’epoca

È il paradiso degli appassionati di cicloturismo. Stiamo parlando di Gaiole in Chianti, nel cuore della Toscana. Non a caso è qui che è nata, parte e si conclude dal 1997 l’Eroica, gara ciclistica corsa su bici d’epoca (le più “moderne” sono del 1987) e in abiti rigorosamente vintage stile Bartali e Coppi, che ha visto sfilare anche più 5.000 partecipanti. Quest’anno sulle strade bianche delle campagne fiorentine e senesi l’1 e il 2 ottobre.

Si può scegliere tra vari percorsi, di più o meno km e con maggiore o minore dislivello. I più “eroi tra gli eroi” scelgono il percorso lungo: 212 km con quasi 4000 m di dislivello, della durata di almeno 15 ore. A rincuorare però i corridori ci sono paesaggi mozzafiato, vigneti a perdita d’occhio, tratti della storica Via Francigena e borghi incantevoli con caldi ristori – come Radda in Chianti, Volpaia, Montalcino, Buonconvento, Siena stessa, Castelnuovo Berardenga con la tenuta di Dievole – senza dimenticare le magnifiche rocche e fortificazioni lungo quella che è chiamata la Strada dei Castelli, tra cui il Castello di Vertine, il Castello di Meleto e il bellissimo Castello di Brolio, da cui si passa proprio a fianco.

Piccola tip per un plus di suggestione e gusto: fate in modo di capitarci la sera, quando è illuminato dalle fiaccole, prenotando una cena tra tradizione e innovazione presso l’Osteria e una delle camere dell’elegante agriturismo, tra cui quelle del Brolio Agriroom, ispirate proprio per allo “stile Eroica”.

In gara o per puro piacere queste strade bianche sono tra le più belle che possiate percorrere, un’esperienza di turismo sostenibile, tra natura e storia, che rafforza il corpo e lo spirito.

(ph. Eroica Paolo Martelli)

INDIETRO
Ti potrebbe interessare